lunedì 30 novembre 2015

Amare se stessi

 Clip dal film Angel-A di Luc Besson

(Commento che accompagna la clip. N.d.t) "Per tutti gli uomini lì fuori che fanno fatica a conoscere il loro valore, questo è per VOI! Per tutte le donne che li amano... Aiutateli a vedere

Estratto dal film Angel-A di Luc Besson con Rie Rasmussen and Jamel Debbouze."

(Dialogo tra i due personaggi presenti nella clip, tradotto in italiano dall'inglese. Il dialogo originale è in francese. N.d.t)

Angela:- Guarda nello specchio. Cosa vedi? Cosa vedi?
Andrè:- Una bellissima ragazza.
Angela:- Grazie. Vicino a lei, cosa vedi?
Andrè:- Non lo so.
Angela:- Bene. Stai facendo progressi
Andrè:- Tu credi?
Angela:- Prima, tutto ciò che vedevi era merda. Almeno ora, non vedi niente. Ora dobbiamo mettere qualcosa in questo guscio vuoto. Non puoi lasciarlo così. Guarda attentamente. Di fronte a te. Niente che ti interessi? In questo bellissimo viso?
Andrè:- Non molto
Angela:- Guarda attentamente. Guarda nei tuoi occhi. Cosa vedi?
Andrè:- Gentilezza.
Angela:- Sì, ce n'è. Molta. Che altro?
Andrè:- Non sono male.
Angela:- Bellezza. Esatto. Sono bellissimi. Poi che altro?
Andrè:- Forse... Dolcezza.
Angela:- Sì, molta. E l'amore?
Andrè:- Sì. Sì, molto amore. Troppo, forse.
Angela:- Se ce n'è troppo, lascialo uscire. Dimmi che mi ami. Non mi ami?
Andrè:- Sì, molto. Sento un certo tipo di amicizia che potrebbe essere...
Angela:- Mi ami o no?
Andrè:- Dal primo giorno. Dal primo secondo.
Angela:- Dillo.
Andrè:- E' difficile da dire.
Angela:- Sai perchè? Perchè mai nessuno te l'ha detto. E' difficile amare te stesso quando non puoi vedere il tuo riflesso.
Andrè:- Sì.
Angela:- Ti amo Andrè. Ecco. La tua ragione per amare. E' il tuo turno ora. Vai avanti.
Andrè:- Ti amo, Angela. Qualsiasi sia il tuo nome.
Angela:- Hai ragione. Dillo di nuovo senza il mio nome.
Andrè:- Ti amo.
Angela:- Bene. Adesso, guardati attentamente. E dillo.
Andrè:- Non posso.
Angela:- Certo che puoi. Guarda il tuo corpo, a cui manca essere amato, sentire fiducia. Non credi che meriti un po' di cura? Non rifiutare questo corpo ferito che si è fatto carico di te così a lungo senza lamentarsi. Digli quanto è importante. Che ha il suo posto. Dagli ciò che merita.
Andrè:- Ti amo, Andrè. Ti amo.
Angela:- Sono fiera di te, Andrè. Mangiamo? Ho fame.
Andrè:- Pensi solo al cibo. Hai avuto un disordine alimentare?
Angela:- Non confondere i ruoli.
Andrè:- Hai ragione.




Nessun commento:

banner etico