venerdì 19 settembre 2008

Dissertazione Filosofica sul concetto di dio


Sono convinto che l'uomo abbia perso l'idea di dio. Identifica la divinità al di fuori di se; "qualsiasi cosa sia diversa da se è più potente dell'uomo e l'uomo la teme". Oltre a vedere dio come qualcosa di didverso da se stessi, vedono dio come qualcosa da temere, di cui aver paura. Quindi l'unico rispetto che possono donargli è quello che nasce dall'odio, perchè la paura è fonte di rabbia e la rabbia è fonte di odio e quanto più si prolunga, tanto maggiore sarà l'odio. Così l'uomo, inconsapevolmente odia se stesso, si limita, si fa del male e partecipa al processo di distruzione del proprio mondo*. Distruzione e creazione è normale che si alternino, ma il dedicarsi alla distruzione genera un forte squilibrio, tale da frantumare la propria realtà. Il processo di distruzione, sacro quanto quello di creazione , è insito nel nostro proprio mondo, il dedicarvisi, dunque, non è di alcuna utilità. Ma l'uomo può tutto, può anche questo.

*Ognuno vive nel proprio mondo

Nessun commento:

banner etico