sabato 26 gennaio 2008

Sono un buddha!

Ma se avessi il diabete, essere un buddha non cambierebbe questa condizione, e lo stesso vale per il doc.
Sono un buddha con il doc insomma, come potrei essere un buddha con l'influenza.
Che cavolo sei diventato buddha se sei uguale a prima?
Sono diventato un buddha perchè vivo meglio, tutto qui.
E ho speso solo 6,20 per farlo.
Mica male!

Essere un buddha non ha nulla a che vedere con poteri magici, paranormali o misticismo.
Essere un buddha è una condizione psicologica.
Certo riesco a volare, parare i proiettili con le mani, e dire il nome di mago zurlì al contrario 34 volte, ma oltre a questo...
Infatti tra ieri e oggi ho avuto qualche ossessione (sia ieri, sia oggi).
Da quello che vedo i cambiamenti di tempo hanno un qualche effetto su questo disturbo, che io ho chiamato "il merdoso".
Ma questo non mi fermerà nella mia buddhità, e soprattutto nel mio cammino di guarigione, al massimo sarà una sosta per mangiare trippa (la mia sarebbe meglio, ci guadagno in gusto e linea).
Sapevo già che diventare un buddha non avrebbe significato guarire, quindi ero e sono conscio che essere un buddha vuol dire altro.
Devo ammettere che le mie onde energetiche sono aumentate di potenza, per il resto la mia vita prosegue alla grande!
Saluti da Marte (ero io quello nella foto).

Nessun commento:

banner etico