lunedì 4 giugno 2007

Il doc ti condiziona la vita


Un senso di colpa perenne per qualsiasi azione compi; questo è il sunto striminzito della situazione doc. Ogni cosa, ogni azione, ogni pensiero diventano fonte di dubbio e senso di colpa.
Questa non è vita, ovviamente non lo è. Chi non conosce il problema nemmeno per sentito dire non si azzardi a dare spiegazioni, non dica frasi del tipo "non vuoi affrontare il mondo adulto", "le medicine sono solo una culla, un modo per non affrontare la realtà", etc. etc.
Risparmiatevele queste frasi. Ad un diabetico non andreste a dire che lui non affronta la realtà, oppure il mondo adulto.
Allora smettiamola con questa ipocrisia, e non abbiate paura nel scoprirvi "docchers" anche voi, è una malattia di cui voi non siete responsabili ed è curabile.
Bye!

Nessun commento:

banner etico